Cos’è Robot-Hot?

33000CBA-6B70-4086-95B3-5C9C800A02F1

Sudario Brando è apparso su Facebook da poco più di un anno, se non ricordo male, incuriosendomi da subito per il suo stile particolare, poi perfezionato nel corso del tempo: un segno robusto al servizio di situazioni surreali e stranianti, spesso risolte nello spazio di una sola illustrazione. Su di lui è stato scritto persino un libro istantaneo, Chi è Sudario Brando? di Tommaso Filighera e Niccolò Pugliese, un’operazione intellettuale altrettanto straniante leggibile anche come gustosa satira di un certo modo di fare critica.
Fra i bizzarri personaggi creati dal misterioso autore ricordiamo almeno l’Uomo con Pelliccia e il killer senza nome provvisto di rivoltelle “carnose” che gli spuntano direttamente dall’addome, oltre all’ultima arrivata, la sensuale androide protagonista di Robot-Hot, una nuova serie che ha iniziato ad essere pubblicata su Facebook a partire da domenica scorsa. Sono apparse per ora sette puntate di una tavola ciascuna, tutte incentrate sul rapporto fra la lasciva robottessa e il suo enigmatico amante Patricio, incerto se continuare a battere o se intraprendere una carriera come calciatore. I dialoghi sono solenni e assurdi come quelli di una telenovela argentina, il lettering è meccanico e anche il segno sottile e graffiato ricorda quello di alcuni fumetti sudamericani. Da notare la particolarità delle inquadrature, che spesso si concentrano su dettagli anatomici quasi anti-narrativi ma senza mai scadere nella volgarità. Del resto, per essere davvero sexy bisogna nascondere più che mostrare, e Sudario Brando, l’autore di cui non sappiamo nulla, l’ha capito benissimo.

Alessio Bilotta

E793AF62-2931-40CB-96C3-4ADFB673ECFA

Lascia un commento