Mostriciattoli alla riscossa!

Vi abbiamo fatto stare un po’ in ansia, ma eccola qua: la stupefacente copertina di Lilfreakers, il nuovo fumetto di Marco Rocchi che presenteremo a Lucca.

Si tratta in realtà del primo numero di una miniserie di 4, che si concluderà nel 2019. Gli irresistibili protagonisti di questa saga sono degli strambi pupazzetti che vogliono conquistare il mondo, guidati dell’inetto Capo. Ce la faranno? Di sicuro Marco ha già conquistato parecchi fan in tutto il globo, molti dei quali hanno contributo alla realizzazione del progetto attraverso un crowdfunding; come Slowcomix siamo poi intervenuti per produrre la versione cartacea e distribuirla alle fiere.
Il fumetto è un albo spillato contenente i primi due capitoli della saga, impreziosito da una prefazione del grande Bruno Cannucciari. Le storie sono costituite da divertentissime strisce leggibili anche autonomamente e che stiamo in parte anticipando ogni venerdì.

Da oggi inizia anche la prevendita del volume che può essere acquistato con l’opzione “Consegna a mano Lucca Comics” per ritirare la vostra copia direttamente allo stand Slowcomix presente in SelfArea o “Con spedizione” in tutta Italia se non potete raggiungerci  durante la kermesse lucchese. Con l’acquisto tramite prevendita, oltre alla dedica dell’autore, avrete in omaggio con ogni opzione la stampa di alcune illustrazioni.

Conosco Marco da un po’ di anni, addirittura da prima che diventasse l’autore completo e di successo che è adesso. Sono molto contento e orgoglioso che abbia scelto noi per questo progetto, perché con il suo curriculum avrebbe potuto chiedere davvero a chiunque.
Lascio allora che sia lui (…o forse la sua versione glitch?) a spiegare la copertina, dandovi appuntamento ai prossimi post per ulteriori anticipazioni.

Alessio

 

L’idea nasce dal contrasto tra inquietante e comico che genera il grottesco. Il ruolo più inquitante ho voluto lasciarlo alla copertina che rappresenta anche una maschera da indossare per svelare il vero mostriciattolo che è in ognuno di noi. E non promette nulla di buono.