MarraFlesh Express

S’io fossi un boss del fumetto, chiamerei Gary Groth della Fantagraphics e mi farei dare i diritti di Terror Assaulter: O.M.W.O.T. Sembra impossibile che uno dei comics migliori degli ultimi anni non sia stato ancora tradotto in italiano, eppure è proprio così. Anche il suo autore, il canadese Benjamin Marra, è praticamente sconosciuto da noi, benché i suoi fumetti contengano tutto ciò che si può desiderare. Mi riferisco naturalmente all’ultra-violenza, al sesso esplicito e alle situazioni più assurde che possiate immaginare. Tutto questo visualizzato con uno stile personalissimo che trabocca di potenza ed energia. Se amate le anatomie michelangiolesche o gli studi prospettici di Brunelleschi, probabilmente questo autore non fa per voi; in tal caso, però, è probabile che non vi piacciono davvero neppure i fumetti.
Marra dimostra una sensibilità particolare per gli eccessi, ma oltre al divertimento sfrenato di superficie c’è molto di più. Ad esempio, ci sono un’acuta satira della società americana e alcune trovate originali nella composizione delle tavole. L’autore ci dimostra così che le buone intenzioni non devono per forza essere dichiarate.

Il protagonista è una specie di “James Bond al servizio segreto dei Rettiliani”, che si prende gioco di tutti i luoghi comuni dei film di spionaggio. Il nostro eroe, infatti, stermina i suoi nemici nei modi più fantasiosi e sanguinari possibili, oltre a praticare sesso selvaggio con chiunque gli capiti a tiro. Donna o uomo, non fa differenza. La particolarità è che, durante le loro evoluzioni erotiche, i protagonisti descrivono a voce alta l’atto che stanno compiendo, creando un curioso e straniante effetto di riverbero.
Purtroppo il barbaro armato di pistola e motosega che viene decapitato in copertina non compare all’interno del fumetto, ma questo è davvero l’unico difetto da segnalare. Invito quindi tutti i veri appassionati a richiedere al loro editore di graphic novel preferito la traduzione di questo capolavoro, al grido di “meno slice of life, più slice of flesh!”.
Se nessuno risponderà, possiamo anche smettere per sempre di seguirli.

Alessio

Risorse web: